top of page

๐——๐—”๐—ฅ๐—˜ ๐—™๐—”๐—–๐—ข๐—Ÿ๐—ง๐—”ฬ€

๐——๐—”๐—ฅ๐—˜ ๐—™๐—”๐—–๐—ข๐—Ÿ๐—ง๐—”ฬ€: ๐—ฃ๐—ผ๐˜€๐˜€๐—ถ๐—ฏ๐—ถ๐—น๐—ถ๐˜๐—ฎฬ€ ๐—ฝ๐—ฟ๐—ผ๐—ฝ๐—ฟ๐—ถ๐—ฎ ๐—ผ ๐—ฟ๐—ถ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐—ผ๐˜€๐—ฐ๐—ถ๐˜‚๐˜๐—ฎ ๐—ป๐—ฒ๐—น๐—นโœ๐—ฎ๐—บ๐—ฏ๐—ถ๐˜๐—ผ ๐—ฑ๐—ถ ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐—ฑ๐—ถ๐˜‡๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ถ ๐—ป๐—ฎ๐˜๐˜‚๐—ฟ๐—ฎ๐—น๐—ถ ๐—ผ ๐—ฐ๐—ผ๐—ป๐˜ƒ๐—ฒ๐—ป๐˜‡๐—ถ๐—ผ๐—ป๐—ฎ๐—น๐—บ๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ฒ ๐—ฑ๐—ฒ๐˜๐—ฒ๐—ฟ๐—บ๐—ถ๐—ป๐—ฎ๐˜๐—ฒ: ๐—ณ. ๐—บ๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ฎ๐—น๐—ถ; ๐—ณ. ๐—ฑ๐—ถ ๐—ถ๐—ป๐˜๐—ฒ๐—ป๐—ฑ๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ฒ ๐—ฑ๐—ถ ๐˜ƒ๐—ผ๐—น๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ; ๐—ฑ๐—ฎ๐—ฟ๐—ฒ ๐—ณ.; ๐—ฎ๐˜ƒ๐—ฒ๐—ฟ๐—ฒ ๐—น๐—ฎ ๐—ณ.

Quando si โ€œdร  facoltร โ€ a qualcuno, ad una Istituzione o altro, significa dare la possibilitร  di valutare se fare o non fare una cosa, se modificare o introdurre una regola o no; si tratta di dare un potere, una autoritร , una capacitร . Lโ€™emendamento Pellicani, come noto, dร  facoltร  al Sindaco di Venezia di intervenire, O MENO, alla costruzione di un regolamento che, in via ipotetica (molto ipotetica) dovrebbe favorire lโ€™offerta di alloggi in locazione per uso residenziale di lunga durata nella cittร  storica di Venezia.

Quel โ€œdร  facoltร โ€, che nasce proprio dalla stesura della proposta dellโ€™emendamento, proposta concretizzatasi come ben sappiamo, non ha significati oscuri: se lโ€™italiano non รจ miseramente inciampato in un masegno significa, molto banalmente, che il Sindaco ha la possibilitร  di intervenire, secondo i punti 1), comma a) e b) e il punto 2), di scrivere il regolamento secondo quanto disposto, non ha dunque lโ€™obbligo ma puรฒ decidere con il Comune, รงa va sans dire, se redigerlo o meno.

Quella proposta non รจ stata scritta nรฉ dal Sindaco nรฉ dal firmatario dellโ€™emendamento ma proprio da coloro che ora si indignano per le dichiarazioni che il Sindaco ha fatto pochi giorni fa. Ma chi lo scrisse, non poteva pensarci prima?

Ci giunge anche voce di post di dileggio nei confronti del personale delle pulizie delle locazioni brevi, immortalato in battello con carretti e borse piene di biancheria. Ora, se quello stesso personale fosse stato a svolgere il proprio lavoro a Mestre, probabilmente nessuno ci avrebbe fatto caso poichรฉ si sarebbe mosso tra un appartamento ed un altro con una macchina o un furgoncino. A Venezia, come noto, ci si muove a piedi o in battello e chi lavora con dei carichi usa carretti o carri. Ma questo รจ nulla poichรฉ pare che alcuni commenti siano riferiti alla regolaritร  dellโ€™assunzione del personale. Mai mettere la mano sul fuoco per nulla e nessuno, infatti: diciamo che per nessun tipo di attivitร  lo si possa fare, giusto?

Dalla polemica ai pretesti, andata e ritorno, senza arrivare ad un confronto franco e costruttivo, fa pensare male, molto male! Fa penare che tutta questa faccenda delle locazioni brevi sia nebbia per non far vedere quali sono i problemi reali, che noi abbiamo ampiamente descritto grazie ai soliti dati che ci sono, che sono lรฌ, alla portata di tutti! Fa pensare che come da sport tipico di certa politica sprovvista di fantasia, la strada per cercare di governare sia sempre quella di trovare il capro espiatorio, il dito che nasconde la luna o vedete voi la metafora migliore Cosa possiamo dire? Che lโ€™analisi di un problema (noi stessi siamo allarmati per lo spopolamento della cittร , sia chiaro) va fatta razionalmente ed onestamente, cercando nelle viscere dei mutamenti i veri motivi che sconvolgono ciรฒ che era e che ora non รจ piรน.





Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page